0

Dove mettere le dita: il touchscreen

Prendere in mano un dispositivo Android le prime volte può lasciarci, sotto diversi punti di vista, un po’ perplesse. Una delle novità più difficili da gestire inizialmente è sicuramente dovuta alla novità del touchscreen.

Lo sappiamo bene, un touchscreen è uno schermo che risponde al nostro tocco, ma qui non siamo interessate a capire la tecnologia che risiede dietro una tale tipologia di schermo: i tecnicismi e i paroloni non sono i protagonisti di questa rubrica! È, comunque, essenziale sapere, come neo acquirenti di un dispositivo di ultima generazione, che ci sono modi differenti di toccare (e non siate maliziose!) lo schermo che danno risultati a volte inaspettati. Ed eccoci dunque qui, con una nuova guida, tutta dedicata ai tocchi e alle dita, dopo quella dedicata a tasti e comandi che abbiamo pubblicato la scorsa settimana!

Sicuramente avrete già imparato che, toccando lo schermo, potete inviare il messaggio, rispondere a una chiamata o salvare un numero di telefono: il tocco semplice è sinonimo di conferma, dell’invio della tastiera del PC o del click del mouse. Se il tocco è prolungato, allora si possono aprire alcune funzioni aggiuntive (non presenti in tutti i modelli) come, ad esempio, l’accesso al menù. Azione fondamentale è quella comunemente definita “trascinare” o anche “scorrere”: in pratica consiste nel far passare il dito lungo tutto lo schermo. È utile per spostare icone, cercare nelle liste e viene spesso usata anche per sbloccare

E lo sapete che con le dita potete anche zoommare? Sì ed è davvero semplicissimo: vi basta prendere un’immagine, mettere sul punto che desiderate ingrandire il pollice e l’indice e allontanare poi le due dita. Viceversa, riavvicinando indice e pollice tra di loro, l’immagine si restringerà: è una funzione utile non solo per vedere i particolari, ma anche per studiare una mappa! Stesso effetto si avrà se toccate due volte lo stesso punto dell’immagine: dopo il primo doppio tocco si ha lo zoom, con il secondo si ritorna alla situazione iniziale.

E ora che abbiamo visto queste piccole mosse siamo pronte a rispondervi a una domanda che, se non vi siete già fatte, vi porrete sicuramente a breve: come faccio ad impedire che lo schermo si rovini in borsa o sia soggetto a piccoli e antiestetici graffi? In commercio esistono delle pellicole apposite (economiche non vi preoccupate!) che servono proprio per proteggere lo schermo e in molti casi sono di una qualità tale da non dare fastidio: in tante le usano, ma alcune preferiscono rischiare qualche graffietto ma mantenere la “purezza” dello schermo e, al massimo, acquistare una custodia.

Il nostro consiglio è sempre quello di proteggere il dispositivo, anche perchè con la vita frenetica di tutti i giorni, le nostre enormi e sempre piene borse, il graffietto, purtroppo, ci può scappare: ma voi siete assolutamente libere di scegliere la soluzione che preferite!

Photo Credit: © EasyAndroid– Photl.com 

Autrice: Gaia (208 Articoli)

Cresciuta giocando a Tetris e Super Mario, è appassionata di tecnologia sin dal suo primo incontro con la “My Magic Diary”. Con la maggiore età è arrivato anche l'amore per la scrittura, per tutto ciò che si può considerare creativo e per le serie TV: oramai trentenne, gira l'Italia collaborando per differenti siti e testate giornalistiche online.

Sito Web: gaiadalessandro

Contatti

Aspetta! Ci sono altri articoli che potrebbero interessarti:

Scopri e confronta i migliori Smartphone Android in offerta:

Filed in: Easy Android Tags: , , ,

Related Posts

Bookmark and Promote!

© 2016 Fashion Android. Tutti i diritti sono riservati. P.IVA: 06244890486 - SiteMap - Policy - Pubblicizza.
Powered by Marketing Cuneo | Redazione a cura di Francesca Oliva