1

Easy Android – Come acquistare: l’abc prima di recarsi in negozio (prima parte)

 

Avete finalmente deciso di comprare uno smartphone Android nuovo di zecca ma non avete le idee chiare su quale sarà il vostro nuovo cellulare? Eccoci qui con una nuova guida all’acquisto che vi servirà proprio per districarvi nel non sempre semplice mondo dei dettagli tecnici, fatto tutti quei paroloni e numeri che, spesso, ci lasciano con molti dubbi. Intanto grazie per essere tornate: dopo aver esaminato insieme le tre principali motivazioni sul perchè Android è preferibile all’iPhone di Apple, e sull’alto numero di app gratuite che il sistema ci offre, passiamo al passo successivo, l’acquisto.

Prima di recarci in negozio (ma anche prima di sfogliare le pagine dei tanti siti di store online) dobbiamo capire quali siano le nostre esigenze e quali le caratteristiche che cerchiamo nel nostro smartphone. Ci serve un’ottima fotocamera oppure no? Uno schermo più o meno nitido? E, sopratutto, qual è il nostro prezzo indicativo? Eh sì, è proprio necessario definire il proprio budget prima di recarsi in negozio, perchè, purtroppo, ad alte prestazioni e a modelli appena usciti corrispondono prezzi più elevati (ma questo lo sappiamo bene tutte!).

La tastiera

Il maggior numero di smartphone Android è dotato di una tastiera virtuale, ovvero con uno schermo touch, spesso molto grande, che si gestisce con il semplice tocco delle dita. Pochi i tasti fisici qui presenti, che servono per le funzioni principali come la regolazione del volume, l’accensione del dispositivo e il tasto menù. Prima di effettuare il grande passo, andando dalla tastiera normale (detta fisica) a quella virtuale, dobbiamo chiederci se siamo pronte. I tastini potrebbero mancarci (e le prime volte la sensazione che qualcosa non torni mentre scriviamo un sms è normale), una crema per le mani troppo unta potrebbe appena messa creare qualche problema, o, proprio, non ne vogliamo sapere di cambiare il nostro modo di eseguire le normali operazioni. Altra opzione molto interessante è quindi quella di scegliere una tastiera fisica qwerty dotata, cioè, degli stessi tasti disposti come nel vostro PC: anche in questo caso lo schermo è touch, ma i tasti vengono in aiuto. È una questione di gusti e ricordatevi che, qualsiasi sia la vostra scelta, a breve vi abituerete a tutti i nuovi comandi! 

Optate per un touch screen? Assicuratevi di non optare per uno di quei rari modelli con schermo resistivo, che necessitano di un pennino per essere gestiti e non principalmente le nostre dita come, invece, succede per quello denominato capacitivo.

La fotocamera

Immortalare il sorriso del nostro nipotino mentre mangia il gelato, il nostro gatto che dorme, un vestito che tanto ci piace e che vogliamo mostrare a un’amica, sono solo alcune delle tante azioni che possiamo fare grazie alla fotocamera integrata al nostro smartphone: ecco perchè è necessario conoscere e paragonare le diverse prestazioni di ogni dispositivo anche sotto questo punto di vista. Infatti, essendo ormai un accessorio essenziale e fondamentale per la nostra esistenza, il cellulare è, al contrario di fotocamere o videocamere, sempre con noi, e, quindi, utilizzarlo per fare le foto non è un’azione che tutte ci troviamo a compiere con molta disinvoltura.

Se un tempo le prestazioni sotto questo punto di vista non erano delle più alte, oggi non è più così, in quanto  gli smartphone ci permettono non solo di scattare istantanee a volte migliori della nostra macchina fotografica digitale, ma anche video in HD. Per capire quale smartphone può offrirci migliori prestazioni non basta soltanto sapere il numero di pixel, ma tutte le caratteristiche in generale di cui il dispositivo è dotato o, ancor meglio, poter vedere con “occhio” di che cosa questo è capace, studiando una foto già realizzata.

Sono solo questi i dettagli da conoscere? Assolutamente no, alla prossima settimana con la seconda parte della nostra guida!

Photo Credit: © EasyAndroid – Photl.com

Autrice: Gaia (208 Articoli)

Cresciuta giocando a Tetris e Super Mario, è appassionata di tecnologia sin dal suo primo incontro con la “My Magic Diary”. Con la maggiore età è arrivato anche l'amore per la scrittura, per tutto ciò che si può considerare creativo e per le serie TV: oramai trentenne, gira l'Italia collaborando per differenti siti e testate giornalistiche online.

Sito Web: gaiadalessandro

Contatti

Aspetta! Ci sono altri articoli che potrebbero interessarti:

Scopri e confronta i migliori Smartphone Android in offerta:

Filed in: Varie Tags: , , , ,

Related Posts

Bookmark and Promote!

  • Non è vero che lo schermo resistivo non si può usare con le dita! E’ solo meno recettivo del resistivo, utilizzano due tecnologie touch differenti, ma sempre e comunque touch! Ed essendo due sistemi diversi richiedono due pennini diversi: anche se in realtà per usare lo schermo resistivo è sufficiente qualsiasi cosa crei una pressione sullo schermo, mentre il capacitivo richiede caratteristiche più particolari.

© 2017 Fashion Android. Tutti i diritti sono riservati. P.IVA: 06244890486 - SiteMap - Policy - Pubblicizza.
Powered by Marketing Cuneo | Redazione a cura di Francesca Oliva