0

Fashion sfondi in HD per Android: l’arcobaleno

Continua la ricerca di sfondi in HD per il vostro smartphone Android conseguente alla nostra domanda sulla pagina fan di FashionAndroid. Questa settimana è il turno dell’arcobaleno, gran bell’argomento, non trovate?

L’arcobaleno come simbolo di rinascita, di fortuna, di sogno… quanti significati può avere questa magia della natura? Una completa cromia di colori che abbraccia il cielo lasciandoci una sensazione di speranza, e perché no, gioia. Molti sono gli autori, scrittori, poeti che hanno regalato tributi a questa magia atmosferica. Oggi abbiamo deciso di raccontarvi dell’arcobaleno secondo il significato più romantico, quello dell’amore con le parole di un grande artista delle musica italiana, Max Gazzè, tratte dal brano Il solito sesso.

Chiuderò la curva dell’arcobaleno
per immaginarlo come la tua corona,
e con la riga dell’orizzonte in cielo
ci farò un bracciale di regina…
dicono che gli angeli amano in silenzio,
ed io nel tuo mi sono disperatamente perso.
Sento che respiri piano in questa cornetta,
maledetta, mi separa dalla tua bocca!
Correrò veloce contro le valanghe per poi regalarti la fiamma del vulcano,
respirerò dove l’abisso discende
e avrai tutte le piogge nella tua mano…

Scarica gli sfondi HD a tema arcobaleno, qui.

Ricordati di visitare la nostra pagina fan per scegliere gli sfondi per il tuo smartphone Android della prossima settimana icon wink Fashion sfondi in HD per Android: la musica .

Autrice: Francesca Oliva (141 Articoli)

Web Copy Writer Freelance che si sveglia al mattino con un solo pensiero: scrivere. Tra le tante collaborazioni, è capo editore di FashionAndroid la prima community su Android in Italia, tutta al femminile.

Sito Web: FrancescaOliva

Contatti

Aspetta! Ci sono altri articoli che potrebbero interessarti:

Filed in: Sfondi Tags: , ,

Related Posts

Bookmark and Promote!

© 2017 Fashion Android. Tutti i diritti sono riservati. P.IVA: 06244890486 - SiteMap - Policy - Pubblicizza.
Powered by Marketing Cuneo | Redazione a cura di Francesca Oliva