MicroSD e Scheda SD cosa sono e come funzionano

Abbiamo più volte parlato di come sia importante tenere in ordine il proprio smartphone/tablet Android eliminando le applicazioni inutili, le app fashion che non usiamo più e, soprattutto, passandole in una memoria esterna: ma sapete tutte che cos’é una MicroSD, come funziona e come si collega poi, al PC?

Cos’è la scheda SD

Le schededSD, così come le MicroSD sono delle piccole schede di memoria che possono, a seconda del modello acquistato, contenere anche svariati GB di memoria e, quindi, molte applicazioni e documenti. Della dimensione di 15 mm x 11 mm (per le microSD), sono più piccole di una moneta da un euro, si inseriscono in un’apposita fessura presente nel proprio smartphone o tablet e si possono acquistare per pochi euro in qualsiasi negozio di prodotti di elettronica (il prezzo dipende, poi, dalla marca e dalla loro memoria).

Come spostare dati su scheda sd

Spegnete il vostro Smartphone Android e inserite, nell’apposita slot, la SD. A questo punto accendete il dispositivo e, dopo essere andati sul menu delle impostazioni, tappate(cioè, toccate) la voce applicazioni e, infine, gestisci applicazioni. Da qui potete tranquillamente decidere dove sistemare un’applicazione, se nella scheda o nella memoria del dispositivo. State però attente, a meno che non abbiate fatto il rooting Android, non tutte le applicazioni possono essere spostate. Per aiutarvi nella gestione e nella procedura, inoltre, potete scaricare direttamente dal Google Play, numerose applicazioni pensate proprio per semplificare e organizzare il processo, che vedremo successivamente.

Come leggere scheda SD su pc

Le schede SD possono essere consultate anche sul PC: in questo modo sarà più facile mettere in ordine i contenuti, sfogliare i documenti e, soprattutto, salvare e riguardare le nostre fotografie su di uno schermo più grande. Spesso sono in vendita insieme a un adattatore SD (le schede di memoria della fotocamera) che presenta una fessura dove inserire proprio la MicroSD: in questo modo è possibile introdurre la scheda nell’apposita slot del computer, per poi consultare il suo contenuto come una normale memoria esterna.

Altrimenti in vendita esistono anche dei card reader (lettori per vari formati di schede di memoria) da collegare al PC tramite cavo USB: si tratta di una sorta di scatoletta che presenta numerosi slot per inserire SD, MicroSD e tante altre tipologie!

Applicazioni scheda SD, quali servono per facilitare lo spostamento

Link2SD: Una della app più famose che consente di spostare i file e le app sulla microsd semplicemente con il tap giusto. Una volta scaricata e lanciata l’applicazione, basta scegliere le app che si vogliono spostare, tappare su “sposta su scheda SD” e su OK e il gioco è fatto. Questa app funziona anche in dispositivi senza root, ma dà il meglio di sé in quelli che hanno effettuato la procedura di rooting.

Spostare app su SD: un’app che già dal nome spiega perfettamente la funzione, più intuitivo di così. Usarla è semplice: una volta installata è in grado non solo di spostare le app sulla scheda SD, ma anche di organizzarle per nome, dimensione e data.

AppMgr III: un app manager che consente di gestire le applicazioni con semplicità. Non solo le sposta dove vuoi (in questo caso sulla SD), ma riesce anche a nascondere le app dal telefonino. Non ha bisogno di root. Scopri di più nel video ufficiale.


Siete pronte a fare un po’ di pulizia tra le vostre applicazioni Android grazie alla MicroSD e alla scheda SD?

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome