1

Pioneer e l´appRadio Mode: le tue applicazioni in auto

Buongiorno girls! Oggi vi voglio parlare di alcuni nuovi prodotti lanciati da Pioneer.

Vorreste poter eseguire le applicazioni del vostro smartphone,ascoltare la musica, accedere a  foto e video tutto da un ampio schermo nella vostra auto? Grazie all’AppRadio Mode tutto questo è possibile!

L’AppRadio Mode porta l’intrattenimento in auto. Troverete oltre 30 applicazioni compatibili dello smartphone appositamente progettate per l’AppRadio Mode, il supporto per i sistemi operativi iOS e Android e più di 15 dispositivi compatibili.

Pioneer naturalmente non ha fatto solo l´applicazione.  A giugno abbiamo avuto il piacere di partecipare all´evento App on the move tour 2013 durante il quale Pioneer ha presentato la nuova gamma di navigatori 2013, con nuova interfaccia cartografica, connettività ampliata anche a iPhone 5 e AppRadio Mode ! In particolare hanno presentato l’ultimo modello di AppRadio SPH-DA110 la rivoluzionaria autoradio Pioneer che consente la fruizione delle proprie app scaricate su smartphone direttamente sullo schermo del dispositivo, arricchita di nuove funzionalità.

Insomma Pioneer vi permette di essere ancora  più connessi e con funzioni per la navigazione migliorate. Anche dalla vostra auto avrete a disposizione tutte le vostre app!

Pioneer ha presentato questi nuovi sistemi di navigazione, che offrono oltre ad avanzate indicazioni di navigazione, funzioni di intrattenimento multimediale e connettività smartphone. “Grazie agli smartphone abbiamo sempre a portata di mano utili informazioni per ottimizzare tempi e costi di guida” spiega Matteo Borsani, Product Manager di Pioneer Italia. “Abbiamo quindi integrato tutte le funzionalità più evolute all’interno dei nostri nuovi navigatori, in modo che l’utente debba semplicemente collegare il proprio dispositivo per godersi al meglio il viaggio grazie all’intrattenimento e alle funzionalità evolute di navigazione.”

Per potenziare ulteriormente la connettività smartphone, ciascun modello è provvisto dell’interfaccia Pioneer AppRadio Mode, che offre un’esperienza “in stile AppRadio” agli utenti iPhone e Android, i quali potranno gestire decine di app direttamente dall’ampio display touchscreen del navigatore, se connesso a un iPhone 4/4S, iPhone 5, o dispositivo Android compatibile. Tra le pratiche applicazioni  oggi supportate da tutti e tre i nuovi modelli: INRIX Traffic, Rdio, DashCommand, StreamS HiFi, AUPEO! Personal Radio. Per un elenco completo delle app compatibili, è possibile consultare la pagina http://www.pioneer.it/appradiomode.

Gli ingegneri Pioneer progettano i prodotti per soddisfare le principali esigenze dei consumatori e per rispondere alle loro attuali abitudini, che vedono gli utenti sempre più legati all’uso di dispositivi mobile su cui archiviano la propria musica e i video. Per questo la connettività con gli smartphone è un elemento imprescindibile oggi; unita all’alta qualità della riproduzione audio e video, ci consente di proporre al pubblico dispositivi in grado di offrire soluzioni complete per il car entertainment” commenta Roberta Bontempi, Responsabile Marketing & Communication di Pioneer Italia.

Con questi nuovi prodotti potrete  trasformare la vostra libreria musicale in una playlist no-stop e godervi un esclusivo dj set durante i vostri viaggi. Inoltre l´AppRadio Mode, consente di visualizzare e controllare numerose app installate sui propri smartphone, la tecnologia wireless Bluetooth, il display touchscreen ad alta risoluzione e molto altro.

 Pronte a viaggiare ?
Photo credits Pioneer.

Autrice: Marinella Scarico (112 Articoli)

è una programmatrice, energy manager e scrittrice. Unisce la competenza informatica con il rispetto dell’ambiente.

Sito Web: MarinellaScarico

Contatti

Aspetta! Ci sono altri articoli che potrebbero interessarti:

Filed in: App Work Tags: , , , , ,

Related Posts

Bookmark and Promote!

© 2017 Fashion Android. Tutti i diritti sono riservati. P.IVA: 06244890486 - SiteMap - Policy - Pubblicizza.
Powered by Marketing Cuneo | Redazione a cura di Francesca Oliva