Voip Android: Lo sapevi che il tuo android funziona anche in Voip?

Da qualche tempo sentiamo parlare di chiamate VOIP e della loro convenienza. Ma come sta cambiando il nostro mondo, il Voice Over IP? E’ vero che costa meno delle normali chiamate su rete urbana ed offre maggiore sicurezza? Si. Vi spiego il perché.
La prima considerazione da fare e’ che si deve abbandonare la vecchia mentalità, eliminando i vecchi limiti delle architetture locali. Uno di questi, tra i più vecchi, e’ il limite dato dal cavo telefonico. I contratti ADSL quasi sempre si portano dietro una linea telefonica (che i provider ci dicono essere voip), e un numero fisico. Il che ci legherà in maniera inscindibile al provider che ci eroga la connettività.
Quando decideremo di cambiare ufficio, o peggio ancora, provider ci toccherà chiedere la portabilità del numero, trasferirne la residenza o il contratto, aspettare che lo migrino, lo attivino e ce lo facciano funzionare. Giorni di lavoro persi al telefono con call center.
Ecco, il VOIP permette di dimenticarsi di tutto ciò, e di dimenticarsi di problemi connessi come l’assenza di corrente. Si, perché se il nostro numero telefonico e’ connesso localmente qualsiasi stato di black out (sia elettrico, caso più raro, che di Rete) porta alla completa perdita del flusso dati telefonico. Avendo attivato on-line numerazioni voip, all’opposto, possiamo fare in modo che se la nostra rete e’ spenta il nostro numero telefonico squilli lo stesso, entri i funzione la segreteria e ci arrivi in formato mp3 il relativo file del messaggio lasciato dal nostro cliente. Più è complessa la nostra esigenza, più sedi che parlano spesso con numeri urbani o tra di loro devo interconnettere, più il voip e’ la soluzione idale per ottimizzare la produttivita’ della mia azienda.
Non è fantascienza, non è così complicato da gestire, esistono soluzioni semplici e scalabili e possiamo trasformare il nostro smartphone in un interno telefonico di un centralino in grado, tramite la rete wifi, di chiamare gratuitamente i telefoni urbani d’Italia, e a basso costo quelli internazionali o mobili. Il concetto e’ banale: la chiamata urbana parte da noi, ‘entra’ in rete, raggiunge lo snodo più vicino alla destinazione, e si interfaccia ai normali sistemi telefonici eliminando il concetto di interurbana. Stesso discorso per lo scatto alla risposta, non più presente e previsto nel VOIP. Questa soluzione sta creando un mercato nuovo, quello dei provider virtuali, che senza necessita’ di rete fisica possono puntare alla massima ottimizzazione dei costi ed alla concorrenza, concentrandosi sullo smistamento e la gestione delle chiamate e dei servizi, tra i quali la continuità.
A questo punto dovremo decidere di quale soluzione VIOP dotarci, tenendo presente che anche il vecchio centralino locale (installato in sala server) possiamo scegliere se metterlo, magari su un Server Linux dedicato, o spostarlo on-line, optando per un sistema 2.0. Se necessitiamo di piu’ interni, di un instradatore vocale di chiamata, o di funzionalita’ di collaborazione (videochiamate con piu’ diffusi sistemi di videoconferenza sul mercato) Avaya Flare, installabile anche in Cloud, e’ la soluzione ideale. Se abbiamo esigenze piu’ ridotte siti come Messagenet o NGI Squillo offrono numerazioni singole, prive di
centralino indipendenti. In questi casi e’ importante controllare bene i piani tariffari proposti, scegliendo quello piu’ adatto alle proprie esigenze. Stesso discorso per le numerazioni Skype, che passano dal sistema standard (singolo utente) alla piattafoma business multi utente e con la gestione integrata del credito ad ogni utilizzatore. Tutte queste soluzioni, tramite un client, possono interfacciarsi ad un device come un tablet o uno smartphone Android.
Lato smartphone, una volta decisa l’infrastruttura di erogazione piu’ consona, possiamo passare dalla soluzione standard Skype, a 3CXPhone, anche questo gratuito ma interfacciabile a sistema VOIP basati su SIP che su altri standard, comprendennti i piu’ noti provider VOIP (come Messagenet) presenti sul mercato. La sua gratuita’, nonche la non ‘blindatura’ con solo un provider, ne fa la soluzione ideale per passare a
costo 0 al VOIP, scagliendo quale server o provider utilizzare e semplicemente configurando adeguatamente il client.

Questo è  di sicuro il client che vi consiglio, possedendo una architettura VOIP o locale o remota, o se si decide di attivare un abbonamento con uno small provider.
Adesso anche per voi il VOIP non ha piu’ segreti, scegliete la vostra architettura, il vostro provider ed iniziate a riparmiare sulla telefonia.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome