Come ottenere i permessi di root su Android

Permessi Root Android

La scorsa settimana vi abbiamo parlato di root o, meglio, dei permessi di Root, sottolineando che cosa sono e, in generale, vantaggi e svantaggi che si hanno nell’ottenerli. Oggi, invece, vi spiegheremo nel dettaglio che cosa è possibile, in concreto, fare una volta che si è deciso di attuare la procedura e si è, così, sbloccato il proprio smartphone e cosa, invece, no.

Vantaggi root Android

Ottenendo i permessi di root si ha un’ampia autonomia di gestione del proprio smartphone Android: come amministratori si può in primo luogo effettuare backup completi, ma anche eliminare tutte quelle applicazioni che, seppur preinstallate, non ci servono, liberando così dello spazio (e, dunque, spostarle anche su una micro SD). A questo si aggiunge la possibilità di impostare la frequenza del processore, eseguire programmi particolari che vanno a migliorare il nostro smartphone soprattutto dal punto di vista dell’audio, del video e dell’aspetto più in generale. E tanto altro ancora!

Cosa non fa il root

Detto così sembrerebbe che ottenendo i permessi di root vi si apra il mondo delle possibilità infinite: ma non è proprio così. Ci sono cose che lo sblocco del cellulare non può fare, come installare firmware o rom cucinate (senza avere attuato ulteriori procedure), ma anche velocizzare il telefono o usare determinate applicazioni “pirata”.

E quindi? Root sì o root no?

Questa è la domanda che, probabilmente vi starete ponendo: mi conviene davvero “fare il root” del mio smarphone Android oppure no? Principalmente dovete chiedervi: mi serve davvero avere accesso a tutte queste opzioni oppure no? La maggior parte degli utenti si destreggia agilmente senza dover intraprendere queste procedure: fortunatamente Android è un sistema già molto personalizzabile e ricco di suo. Se siete delle “smanettone”, invece, ottenere i permessi di amministrazione può rivelarsi una fonte inesauribile di risorse e un divertente passatempo.

Per terminare il discorso dobbiamo ricordarvi che ottenendo i permessi di root (a meno che non si possa ritornare indietro e ripristinare le impostazioni originarie senza far presagire alcun vostro passaggio) si va a vanificare la garanzia del vostro smartphone e che, purtroppo, in seppur rari casi, la procedura può compromettere alcune funzioni del cellulare.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome